Laser Office s.a.s di Magnaterra Alessandro & C.

Posts Tagged ‘GNU/Linux’

Buon Linux Day 2009

Posted by Alessandro su 24 ottobre 2009


Organizzato da ILS (Italian Linux Society) trovate tutti i dettagli qui.
A Rimini il LUG Rimini organizza una sua manifestazione, qui tutti i dettagli.
A tutti un augurio di un buon Sabato e buon Linux Day 2009 !!!

Annunci

Posted in Annunci Gnu/Linux, Diario, Eventi, Svago | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Un link utile

Posted by Alessandro su 2 luglio 2009


Navigando sulla rete sn incappato in questo sito web del progetto kiamato Linux Alternative Project ovvero Linux Equivalent Projects:

http://www.linuxalt.com/

ke senza nulla pretendere è decisamente utile x ki deve scegliere un programma GNU/Linux a partire da quello ke usa in ambiente Windows. Dikiarano ke sn ancora in fase di test ma promettono aggiornamenti periodici alla lista dei software indicati esistenti x il sitema operativo Windows e dei loro equivalenti o possibili alternative esistenti x il sistema del pinguino ovvero dei sistemi GNU/Linux nello loro svariate declinazioni.

Posted in Diario | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Debian crash in occasione dell’uscita di Debian Lenny 5.0.2

Posted by Alessandro su 30 giugno 2009


debianIl 27 Giugno 2009 mi perviene l’email dal team del progetto Debian ke annuncia il rilascio imminente dell’aggiornamento della distribuzione ufficiale stabile Lenny alla versione 5.0.2. Di norma nell’arco di 2 o 3 giorni tutti i mirror vengono aggiornati e la nuova versione aggiornata è disponibile al download x tutti. Ma a questo giro qualcosa nn va x il verso giusto, il repository classico del team Debian diventa irraggiugibile e o è tuttora mentre scrivo.
Cosa è successo, un eccesso di rikieste di aggiornamento dai PC sparsi x il globo ha mandato in palla i servers ke rispondono all’indirizzo http://cdimage.debian.org/cdimage/ rendendoli indisponibili ?
Niente di ciò bensì l’inconveniente + classico ke possa succedere ovvero un guasto hardware e questa email della mail-list debian-cd@lists.debian.org ne dà conferma:

On Sun, 28 Jun 2009, Matt Kraai wrote:

On Sun, Jun 28, 2009 at 04:55:49PM +0400, Zhuk Klaus wrote:

cdimage.debian.org is down or does not respond (timeout on HTTP request).Please fix.

Thanks for reporting. I think that the CD image team is responsible
for this system, so I’ve copied this message to them.

Yes, the backend storage for the cluster hosting cdimage.debian.org had lost all its disk enclosures.
Replugging some FC fixed it. I’m currently cleaning up the mess from it being down for a while.

Mattias Wadenstein

A brevissimo è previsto il ripristino del servizio, magari già ora mentre state leggendo e subito dopo saranno inseriti gli aggiornamenti e rese disponibili le nuove immagini ISO dei CD e DVD dell’aggiornamento di Debian GNU/Linux Lenny 5.0.2 x il download. Ovviamente nn appena disponibili presso di noi aggiorneremo il ns Modulo Ordine online.

Posted in Annunci Gnu/Linux | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Fedora 11 disponibile

Posted by Alessandro su 11 giugno 2009


fedoraCome pubblicato già da ieri, è uscita la nuova versione di Fedora ovvero la 11.

Potete leggere tutte le novità a questi indirizzi:
sul sito del Progetto Fedora :  Fedora 11: Regna
su OssBlog: Disponibile Fedora 11
su PuntoInformatico: Fedora 11 passa a Ext4
su TuxJournal: Screenshot review: Fedora 11
su crismonblog: Fedora 11 (Leonidas) è Final Release

Naturalmente è già disponibile x l’acquisto al solo prezzo dei costi materiali, di gestione e di spedizione nel ns modulo ordine online x coloro ke volessero provarla e testare le sue potenzialità.

Posted in Annunci Gnu/Linux | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

il comando “find”

Posted by xer su 10 maggio 2009


Il comando find è uno dei più in utilizzati in ambito *unix* per ‘cercare’ nelle directory del sistema.
La sintassi è molto semplice: find dove_cercare espressione

Le espressioni da poter utilizzare sono tante

-name il valore deve essere racchiuso da ” se si utilizzano wildcards *
-type esempio f=file d=directory l=link
-user name o UID
-group name o GID
-perm specifica i permessi
-size per tagli di 512 byte block oppure utilizza c per specificare i bytes
-atime ultima data di lettura
-ctime ultima data di variazione o cambio di permessi
-mtime ultima data di modifica
-newer trova files più recenti
-delete rimuove i files trovati
-ls fornisce un output identico al “ls -dgils"
-print visualizza il risultato del comando find
-exec command {} \; opzione per eseguire un comando; notare la sintassi
-ok usato con exec viene richiesto il consenso prima di eseguire il comando
-depth inizia al più basso livello della directory, piuttosto che di una data directory
-prune utilizzato per escludere alcune directory

Facciamo alcuni semplici esempi:

find . -print – find (il comando) . (il punto indica di ricercare nella dir in cui ci si trova) -print (visualizza) il risultato

in questo modo, vi elencherà i files e le subdirectory presenti nella vostra directory, se omettete il parametro -print in FreeBSD, otterrette lo stesso risultato, perchè si presume che si abbia dimenticato di immetere il parametro, comunque è sempre bene utilizzare il parametro -print perchè non sempre si lavora su un so FreeBSD.

Digitando il comando cd la shell ci riporta nella nostra home directory, a questo punto facciamo alcuni test, creiamo un file vuoto con il comando touch

$ cd
$ pwd
$/home/xer
$ touch myfile

adesso proviamo a fare una ricerca più accurata con il nostro comando find

$ find . -name myfile -print
$./myfile
$

come vedete, la ricerca è andata a buon fine e mi viene visualizzato il file da me ricercato, facciamo un ricerca più ampia, se ad esempio stiamo cercando alcuni files pdf presenti nella nostra home dir, per agevolarci, possiamo utilizzare la wildcard (*) e restringere la sintassi con l’estensione, facciamo una prova, ricordatevi che con il punto . indichiamo di effettuare la ricerca solo nella dir e nelle sub dir in essa presenti ed in cui ci troviamo

$find . -name “*.pdf” -print
$./pdfs/50130201a.pdf
$./pdfs/50130201b.pdf
$./2000_ports.pdf

come vedete ha trovato dei pdf nella sub dir /pdfs ed un file fuori da detta sub dir, notate bene però la sintassi di ricerca, la wildcard * associata all’estensione *.pdf va racchiusa o per meglio dire quotata tra apici “*.pdf” per far si che il comando funzioni, ad ogni modo la corretta sintassi può essere scritta anche così:

$find . -name “*.pdf” -print
$find . -name ‘*.pdf’ -print
$find . -name \*.pdf -print

ok, adesso facciamo qualcosa di più complicato, commentiamolo passo per passo

$find . -name “*.pdf” -print
$./pdfs/50130201a.pdf
$./pdfs/50130201b.pdf
$./2000_ports.pdf

abbiamo ripetuto il comando precedente, ebbene scopriamo che un file pdf non è nella nostra sub directory preferita (/pdfs) proviamo ad eseguire un comando aggiuntivo, grep

$find . -name “*.pdf” -print | grep -v “^\./pdfs/”
$./2000_ports.pdf

abbiamo aggiunto il pipe (|) per permettere l’uso del grep, lo switch -v indica un filtro in reverse, ciò significa che dovrà produrre l’inverso dell’output desiderato indicato da “^\./pdfs/”
abbiamo prima di tutto quotato con gli apici ” il valore espresso, il caret ^ ci aiuta per ricercare utilizzando solo l’inzio del testo da noi espresso, il backslash \ ci aiuta a non interpretare il punto . come un comando particolare, ed infine abbiamo descritto la directory /pdfs/, gli abbiamo detto insomma, di ricercare tutti i nostri pdf, ma di non produrre e di non visualizzare nel risultato della nostra ricerca i pdf trovati dentro la sub dir /pdfs/ (ricordate lo switch -v del grep?), ma di visualizzare solo i pdf rimasti all’esterno della subdir /pdfs/ ed eccolo:

$./2000_ports.pdf

l’unico files sfuggito al nostro catalogo /pdfs, ok adesso dovremo spostarlo nella directory di competenza, /pdfs, proviamo a fare tutto con una singola espressione:

$find . -name “*.pdf” -print | grep -v “^\./pdfs/” | xargs -J X mv X ./pdfs/

abbiamo aggiunto un altro pipe (|) ed abbiamo aggiunto un altro comando oltre al grep il comando xarg, lo switch -J dice al comando xarg di prendere in carico l’output generato dal find usato con il grep e di spostarne il risultato con il comando mv nella sua directory di competenza /pdfs/, per far si che il comando mv funzioni è stato racchiuso da un carattere di mia scelta X.

Rieseguendo il comando find potremmo verificare se l’spressione complessa ha funzionato:

$find . -name “*.pdf” -print
$./pdfs/50130201a.pdf
$./pdfs/50130201b.pdf
$./pdfs/2000_ports.pdf

come vedete il file è stato spostato, certo per un solo file questo comando è un pò complesso, ma se si hanno migliaia di files, questo tipo di espressione potrà esservi molto utile.

Il comando find e relative wildcards possono essere utilizzate per ricercare anche files senza estensioni o parti del nome di file, per esempio vorremmo cercare tutti i files che contengono nel loro nome “bsd”, proviamo subito, questa volta posizioniamoci dal livello più basso dell’albero (/)

$ cd ..
$ pwd
$/
$ find . -name “*bsd*” -print
./usr/bin/bsdiff
./usr/bin/bsdtar
./usr/include/netinet/sctp_os_bsd.h
./usr/include/security/mac_bsdextended
./usr/include/security/mac_bsdextended/mac_bsdextended.h

proviamo a ricercare files che non sono stati letti per più di 20 giorni

$ find . -atime +20 -print

ricerchiamo i files che sono stati modificati nelle ultime 24 ore (1 giorno), per dimostrare che il comando funziona, creiamo subito un file vuoto chiamato tipo

$ cd
$ touch tipo
$ find . -mtime -1 -print
.
./tipo

un altro comando può essere utilizzando alcuni switch in più il confronto con altri files, per esempio, vorrei vedere quali files che iniziano con . sono stati modificati dopo avere modificato il mio file .cshrc pertanto files + nuovi di .cshrc, utilizzeremo lo switch -newer

$ pwd
/home/xer
$ find . -type f -name “.*” -newer .cshrc -print
./.rtorrent.rc

come vedete, il risultato visualizza il file trovato in .rtorrent (si uso rtorrent ;-0 ), infatti è più nuovo come data di .cshrc

cerchiamo un file al quale abbiamo avuto accesso più di 3 giorni fa ed è di dimensioni superiori a 10 mb

$ pwd
/home/xer
$ find . -atime +3 -size +20480 -print
$ ./7.2-RELEASE-i386-disc1/7.2-RELEASE-i386-disc1.iso

e si, meno di tre giorni fa ho scaricato una iso di FreeBSD tramite rtorrent.. 😉

aggiungiamo lo switch -o (or) significa, cercami tutti i files ai quali ho avuto acceso negli ultimi 3 giorni oppure che siano più grandi di 10 mb, proviamo

$ pwd
/home/xer
$ find . -atime +3 -o -size +20480 -print
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-bootonly.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-disc1.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-disc2.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-disc3.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-docs.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-dvd1.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-livefs.iso
./7.2-RELEASE-i386-disc1/7.2-RELEASE-i386-disc1.iso
./7.2-RELEASE-i386-disc2/7.2-RELEASE-i386-disc2.iso
./7.2-RELEASE-i386-disc3/7.2-RELEASE-i386-disc3.iso
$

whoa! come vedete mi ha visualizzato anche i files ai quali ho avuto accesso più di tre giorni fa, ma soddisfano il parametro -o (or) oppure che superino i 10 mb.

Concludendo, giocando con gli switches si possono ottenere una molteplice serie di risultati, in questo modo si raggiunge una buona capacità di utilizzo della vostra shell.

fonte: O’Reilly

Posted in Appunti liberi *nix | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anke su FaceBook

Posted by Alessandro su 3 marzo 2009


Ho creato un gruppo su FaceBook “GNU/Linux Italia” e vi invito a iscrivervi e partecipare. Può essere un luogo utile x condividere le ns idee e proposte e darci consigli sulle attività svolte con il Software Open Source e Free, potendo comunicare direttamente tra noi  e così aiutarci a usarlo sempre di + e meglio.
Vi attendo numerosi 🙂

Posted in Diario | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

News interessanti apparse in rete in questi giorni

Posted by Alaktorn su 4 dicembre 2008


Linux ufficializza il supporto a IPv6 by ossblog.it
Sul futuro dell’open source brilla il sole by punto-informatico.it
Primi risultati per Linux su iPhone by melablog.it
Pericolo virus per GNU/Linux by markoblog.wordpress.com
Obama ha scelto la licenza Creative Commons by downloadblog.it
G8, Berlusconi: proporrò regolazione internazionale internet by e-linux.it

Buona Lettura

Posted in News | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

La base di partenza

Posted by Alessandro su 10 luglio 2008


Al fine di realizzare un completo supporto informatico alle esigenze di una micronazione, è necessario stabilire quale sarà la base di partenza dell’impalcatura software. Nel mondo dei sistemi operativi liberi la scelta non manca e quindi non è facile stabilire con certezza il miglior sistema su cui costruire la distribuzione e le sue applicazioni. Motivi di esperienza diretta e conoscenza da molti anni, mi fanno pensare ke la scelta migliore sia un sistema operativo basato su GNU/Linux e + precisamente un sistema Debian. Motivazione particolare e non secondaria è il fatto ke sia già stato usato come base x un’infinita di altre distribuzioni GNU/Linux, inoltre è quello ke incarna al meglio le linee guida del F.O.S.S.
L’obbiettivo cmq non sarà creare un’altra distribuzione, diversa e con un suo ramo di sviluppo, ma utilizzare le versione stabile di Debian e i suoi repository ufficiali e integrando in essa le personalizzazioni ritenute x noi importanti e gli applicativi ke saranno sviluppati. Il tutto possibilmente sinergico con il Progetto Debian stesso in versione Italiana ed Edeniana.
La versione stabile di prossima uscita ( si spera entro il 2008 ) sarà Lenny e su quella inizieremo a lavorare.

Posted in Idee Generali | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: