Laser Office s.a.s di Magnaterra Alessandro & C.

Archive for maggio 2009

Google wave arriverà presto!

Posted by xer su 29 maggio 2009


Google wave sarà presto alla portata di tutti, Wave, inizialmente disponibile a un numero ristretto di sviluppatori, dovrebbe consentire di dialogare, scambiare foto, video, mappe, documenti e altri tipi di informazioni in tempo reale all’interno di un ambiente unico e condiviso. Date un occhiata alla presentazione ufficiale di 1 ora e 20 minuti :

link: Google wave

Annunci

Posted in Eventi | Leave a Comment »

Gli Irripetibili IPERCOOP

Posted by Alessandro su 29 maggio 2009


Già da ieri 28 Maggio 2009 e fino al 10 Giugno 2009 presso gli IPERCOOP della Romagna, a Rimini si trova presso il centro commerciale I Malatesta, parte la campagna della maxi convenienza con alcuni prodotti Irripetibili.
Tra le varie occasioni a prezzo veramente interessante c’è un Hard Disk esterno USB della LaCie da 1 TB al prezzo superconveniente di 79,90 Euro.
Ma x noi informatici ed elettronici nn ho visto niente altro di veramente eccezionale, se ci fate un giro e avete altre segnalazioni, scrivetemelo.

Posted in Promozioni | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

232 candidati hanno già aderito alla campagna Caro candidato

Posted by Alessandro su 28 maggio 2009


COMUNICATO STAMPA, 27 MAGGIO 2009

http://www.softwarelibero.it/9_giorni

==========================================
232 candidati hanno già aderito alla campagna Caro candidato
==========================================
http://carocandidato.org/

A 9 giorni dalle elezioni la campagna Caro Candidato ha già raggiunto importanti risultati.

L’azione di tanti attivisti del software libero ha prodotto l’adesione di 232 candidati (184 adesioni pubblicate),  provenienti da partiti di tutte le aree politiche.

Così i candidati che supportano il software libero “scoprono” i colleghi del proprio partito che condividono la stessa battaglia: siamo certi che ciò aiuterà a far crescere la causa del software libero.

Analizzando i risultati della campagna vediamo che, al momento, la provincia più libera (cioè con il maggior numero di adesioni) è Milano, seguita da Torino e Frosinone; Bologna, Capannori e Castagneto Carducci, invece, sono i comuni più liberi.

Mancano 9 giorni alle elezioni, durante i quali i candidati potranno ancora aderire alla campagna Caro Candidato.

Sono questi i giorni nei quali si intensificano gli sforzi per far conoscere Caro Candidato ai molti candidati che, assorbiti dalle attività della loro campagna, non ne hanno avuto notizia.

La campagna per le elezioni europee, che fa parte del network The Free Software Pact, è estremamente importante: il Parlamento e le altre Istituzioni europee nei prossimi anni dovranno affrontare temi e sfide decisivi per affermare le idee del software libero e delle libertà digitali, ed è fondamentale che in Europa siano presenti candidati che sanno quello che fanno.

per l’Associazione per il Software Libero
il Presidente
Marco Ciurcina

==========================================
Chi siamo
==========================================

L’Associazione per il Software Libero (Assoli) è un’associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi principali la diffusione del software libero in Italia ed una corretta informazione sull’argomento.

==========================================
Contatti
==========================================

web:  http://softwarelibero.it
mail: info@softwarelibero.it
Tel:  (+39) 06 99291342
Fax:  (+39) 06 83391642

Posted in Eventi, News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via Disktruction, il primo campionato mondiale di Getto dell’Hard Disk!

Posted by Alessandro su 28 maggio 2009


Al via Disktruction, il primo campionato mondiale di Getto dell’Hard Disk!

I ragazzi di Abaco Computers stanno organizzando Disktruction , prima competizione internazionale di Getto dell’Hard Disk, che si terra’ Domenica 14 Giugno 2009, a Reggiolo (RE).

www.disktruction.org

La manifestazione nasce come giornata di divertimento informatico fuori dalle righe, ma viene realizzata nell’ottica della beneficenza: con disktruction, infatti, puntiamo a raccogliere fondi da donare a Grade Onlus, per supportare la costruzione di un nuovo ed importante polo Onco-Ematologico di rilievo nazionale.

Inoltre, quale migliore occasione per vendicarci di quei maledetti dischi fissi che ci hanno ignobilmente lasciato in braghe di tela più e più volte? Finalmente saremo noi ad avere il coltello (beh.. il disco 😉 dalla parte del manico!

L’evento prevede un regolamento molto semplice: gli atleti dovranno gettare il disco piu’ lontano possibile, ed il lancio piu’ lungo portera’ l’atleta al trionfo.

Per tutte le informazioni (e donazioni), visitate il sito www.disktruction.org , dove sono riportati i dettagli riguardanti l’evento, il luogo, il regolamento, e la possibilita’ di iscrizione.

Posted in Eventi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

NN solo informatica

Posted by Alessandro su 25 maggio 2009


Come sempre navigando in quel mare rikkissimo ke è il Web della grande rete internet ho trovato questo sito dedicato all’elettronica Open Source decisamente interessante. Da quello ke ho visto è la traduzione del corrispondente sito inglese di appassionati di elettronica. Realizzato sul modello di un blog è ricco di tantissimo articoli di tutti i generi in ambito elettronico e x poter valutare schemi e + approfonditamente rikiede di registrarsi.  Questo è il link:

http://it.emcelettronica.com/

Se trovate qualcosa di interessante nn dimenticate di segnalarcelo 🙂

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Maxi Taglio da Trony

Posted by Alessandro su 22 maggio 2009


E’ partita ieri 21 Maggio 2009 e durerà fino al 2 Giugno 2009 la nuova campagna di offerte di Trony. Tantissimi prodotti a buoni prezzi ma niente di veramente eccezionale. Segnalo il notebook Packard Bell modello Easynote MH36U102 con Pentium Dual Core T3400, 4 GB di RAM e HD da 160 GB a 399 Euro e il monitor da 19″ della ASUS modello VK193D con webcam integrata a 99 Euro. Presenti molte altre offerte su varie categorie merceologike e quindi è consigliato farci un giro.

Posted in Promozioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Una segnalazione interessante “before84”

Posted by xer su 16 maggio 2009


Vorrei “spendere” un po di tempo per parlare di un website veramente carino:

http://www.before84.com/

Il sito in oggetto è gestito da un appassionato doc, un vecchio ed attuale “utilizzatore” di moto da cross, spiega come in Italia si viveva in quell’ambito sportivo, denuncia quanti marchi italiani esistevano PRIMA DEL 1984, e di quanti ne sono spariti dopo l’avvento dei marchi nipponici, ed erano bei tempi, il cross in genere era praticato solo per il gusto di farlo.

Oggi infatti gli sport “motoristici” in genere, vengono vissuti per vincere e sopratutto per guadagnare, la passione esiste ancora, ma non è come una volta.

Uno dei marchi italiani “spariti” è la mitica TGM, per l’occasione, sono stati prodotti una serie limitata di t-shirts e felpe, brandizzate con il mitico marchio. I prodotti sono di buona fattura, per chi fosse appassionato di vecchie moto da cross e fosse interessato a ricordare quei tempi vestendo con t-shirts o felpe, visitate il sito e potete mettervi in contatto tramite email di before84: contact

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anke IPERCOOP e LECLERC nell’arena del sottocosto

Posted by Alessandro su 13 maggio 2009


Come da volantino dal 14 Maggio 2009 e fino al 27 Maggio 2009 all’IPERCOOP presente presso il centro commerciale I Malatesta di Rimini parte una serie di offerte sottocosto su diversi prodotti di molte tipologie. Interessante x noi il monitor 20″ della LG modello W2042S-SF a soli 95 Euro ke in questo periodo è molto gettonato x le offerto anke nei vari negozi online. L’interfaccia VGA è l’unica presente ed essendo analogica mal si addice ai monitor di grandi dimensioni ma x un uso casalingo o da ufficio è cmq adeguata.
Inoltre dal 14 Maggio 2009 e fino al 24 Maggio 2009 anke al LECLERC presso il centro commerciale Le Befane di Rimini parte una promozione ke se pur nn pubblicizzata come sottocosto ha diverse occasioni a buon prezzo. Ad esempio un notebook ACER EX5230 con processore Celeron M575, 3 GB di RAM e HD da 160 GB nn proprio sottocosto xò a soli 399 Euro.

Posted in Promozioni | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

PC supereconomici in tutti i sensi

Posted by Alessandro su 12 maggio 2009


Alla ricerca di un PC ke consumi una miseria di elettricità e ke costi poco mi sono imbattuto in rete su molte interessanti pagine dedicate all’argomento segno ke queste esigenze sono sempre + sentite da noi informatici, ve le elenco:
– su hwupgrade.it un articolo tostissimo, una vera bibbia sull’argomento, dati a gogò, da nn perdere
– in questo forum italiano qualke altra utile informazione sui processori Intel e AMD
– un blog italiano con una esperienza diretta da 11 Watt di consumo !!!
– altro blog italiano con descrizione passo passo dal PC al servizio online tutto configurato in Debian GNU/Linux
– qui un server Ubuntu a soli 100 euro ke cosuma solo 8 Watt, articolo italiano, PC e fonte inglese.
– un PC Server su una presa di corrente (in inglese) da sballo x soli 99$ e 5 Watt di consumi
– il PC PRIMO della Abaco Computers di cui abbiamo già scritto a 99 Euro, circa 40 Watt di consumi con Intel ATOM e XUbuntu
Direi ke le scelte nn mancano 🙂

Posted in Diario, Idee Generali | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

il comando “find”

Posted by xer su 10 maggio 2009


Il comando find è uno dei più in utilizzati in ambito *unix* per ‘cercare’ nelle directory del sistema.
La sintassi è molto semplice: find dove_cercare espressione

Le espressioni da poter utilizzare sono tante

-name il valore deve essere racchiuso da ” se si utilizzano wildcards *
-type esempio f=file d=directory l=link
-user name o UID
-group name o GID
-perm specifica i permessi
-size per tagli di 512 byte block oppure utilizza c per specificare i bytes
-atime ultima data di lettura
-ctime ultima data di variazione o cambio di permessi
-mtime ultima data di modifica
-newer trova files più recenti
-delete rimuove i files trovati
-ls fornisce un output identico al “ls -dgils"
-print visualizza il risultato del comando find
-exec command {} \; opzione per eseguire un comando; notare la sintassi
-ok usato con exec viene richiesto il consenso prima di eseguire il comando
-depth inizia al più basso livello della directory, piuttosto che di una data directory
-prune utilizzato per escludere alcune directory

Facciamo alcuni semplici esempi:

find . -print – find (il comando) . (il punto indica di ricercare nella dir in cui ci si trova) -print (visualizza) il risultato

in questo modo, vi elencherà i files e le subdirectory presenti nella vostra directory, se omettete il parametro -print in FreeBSD, otterrette lo stesso risultato, perchè si presume che si abbia dimenticato di immetere il parametro, comunque è sempre bene utilizzare il parametro -print perchè non sempre si lavora su un so FreeBSD.

Digitando il comando cd la shell ci riporta nella nostra home directory, a questo punto facciamo alcuni test, creiamo un file vuoto con il comando touch

$ cd
$ pwd
$/home/xer
$ touch myfile

adesso proviamo a fare una ricerca più accurata con il nostro comando find

$ find . -name myfile -print
$./myfile
$

come vedete, la ricerca è andata a buon fine e mi viene visualizzato il file da me ricercato, facciamo un ricerca più ampia, se ad esempio stiamo cercando alcuni files pdf presenti nella nostra home dir, per agevolarci, possiamo utilizzare la wildcard (*) e restringere la sintassi con l’estensione, facciamo una prova, ricordatevi che con il punto . indichiamo di effettuare la ricerca solo nella dir e nelle sub dir in essa presenti ed in cui ci troviamo

$find . -name “*.pdf” -print
$./pdfs/50130201a.pdf
$./pdfs/50130201b.pdf
$./2000_ports.pdf

come vedete ha trovato dei pdf nella sub dir /pdfs ed un file fuori da detta sub dir, notate bene però la sintassi di ricerca, la wildcard * associata all’estensione *.pdf va racchiusa o per meglio dire quotata tra apici “*.pdf” per far si che il comando funzioni, ad ogni modo la corretta sintassi può essere scritta anche così:

$find . -name “*.pdf” -print
$find . -name ‘*.pdf’ -print
$find . -name \*.pdf -print

ok, adesso facciamo qualcosa di più complicato, commentiamolo passo per passo

$find . -name “*.pdf” -print
$./pdfs/50130201a.pdf
$./pdfs/50130201b.pdf
$./2000_ports.pdf

abbiamo ripetuto il comando precedente, ebbene scopriamo che un file pdf non è nella nostra sub directory preferita (/pdfs) proviamo ad eseguire un comando aggiuntivo, grep

$find . -name “*.pdf” -print | grep -v “^\./pdfs/”
$./2000_ports.pdf

abbiamo aggiunto il pipe (|) per permettere l’uso del grep, lo switch -v indica un filtro in reverse, ciò significa che dovrà produrre l’inverso dell’output desiderato indicato da “^\./pdfs/”
abbiamo prima di tutto quotato con gli apici ” il valore espresso, il caret ^ ci aiuta per ricercare utilizzando solo l’inzio del testo da noi espresso, il backslash \ ci aiuta a non interpretare il punto . come un comando particolare, ed infine abbiamo descritto la directory /pdfs/, gli abbiamo detto insomma, di ricercare tutti i nostri pdf, ma di non produrre e di non visualizzare nel risultato della nostra ricerca i pdf trovati dentro la sub dir /pdfs/ (ricordate lo switch -v del grep?), ma di visualizzare solo i pdf rimasti all’esterno della subdir /pdfs/ ed eccolo:

$./2000_ports.pdf

l’unico files sfuggito al nostro catalogo /pdfs, ok adesso dovremo spostarlo nella directory di competenza, /pdfs, proviamo a fare tutto con una singola espressione:

$find . -name “*.pdf” -print | grep -v “^\./pdfs/” | xargs -J X mv X ./pdfs/

abbiamo aggiunto un altro pipe (|) ed abbiamo aggiunto un altro comando oltre al grep il comando xarg, lo switch -J dice al comando xarg di prendere in carico l’output generato dal find usato con il grep e di spostarne il risultato con il comando mv nella sua directory di competenza /pdfs/, per far si che il comando mv funzioni è stato racchiuso da un carattere di mia scelta X.

Rieseguendo il comando find potremmo verificare se l’spressione complessa ha funzionato:

$find . -name “*.pdf” -print
$./pdfs/50130201a.pdf
$./pdfs/50130201b.pdf
$./pdfs/2000_ports.pdf

come vedete il file è stato spostato, certo per un solo file questo comando è un pò complesso, ma se si hanno migliaia di files, questo tipo di espressione potrà esservi molto utile.

Il comando find e relative wildcards possono essere utilizzate per ricercare anche files senza estensioni o parti del nome di file, per esempio vorremmo cercare tutti i files che contengono nel loro nome “bsd”, proviamo subito, questa volta posizioniamoci dal livello più basso dell’albero (/)

$ cd ..
$ pwd
$/
$ find . -name “*bsd*” -print
./usr/bin/bsdiff
./usr/bin/bsdtar
./usr/include/netinet/sctp_os_bsd.h
./usr/include/security/mac_bsdextended
./usr/include/security/mac_bsdextended/mac_bsdextended.h

proviamo a ricercare files che non sono stati letti per più di 20 giorni

$ find . -atime +20 -print

ricerchiamo i files che sono stati modificati nelle ultime 24 ore (1 giorno), per dimostrare che il comando funziona, creiamo subito un file vuoto chiamato tipo

$ cd
$ touch tipo
$ find . -mtime -1 -print
.
./tipo

un altro comando può essere utilizzando alcuni switch in più il confronto con altri files, per esempio, vorrei vedere quali files che iniziano con . sono stati modificati dopo avere modificato il mio file .cshrc pertanto files + nuovi di .cshrc, utilizzeremo lo switch -newer

$ pwd
/home/xer
$ find . -type f -name “.*” -newer .cshrc -print
./.rtorrent.rc

come vedete, il risultato visualizza il file trovato in .rtorrent (si uso rtorrent ;-0 ), infatti è più nuovo come data di .cshrc

cerchiamo un file al quale abbiamo avuto accesso più di 3 giorni fa ed è di dimensioni superiori a 10 mb

$ pwd
/home/xer
$ find . -atime +3 -size +20480 -print
$ ./7.2-RELEASE-i386-disc1/7.2-RELEASE-i386-disc1.iso

e si, meno di tre giorni fa ho scaricato una iso di FreeBSD tramite rtorrent.. 😉

aggiungiamo lo switch -o (or) significa, cercami tutti i files ai quali ho avuto acceso negli ultimi 3 giorni oppure che siano più grandi di 10 mb, proviamo

$ pwd
/home/xer
$ find . -atime +3 -o -size +20480 -print
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-bootonly.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-disc1.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-disc2.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-disc3.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-docs.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-dvd1.iso
./7.2-RELEASE-i386-all/7.2-RELEASE-i386-livefs.iso
./7.2-RELEASE-i386-disc1/7.2-RELEASE-i386-disc1.iso
./7.2-RELEASE-i386-disc2/7.2-RELEASE-i386-disc2.iso
./7.2-RELEASE-i386-disc3/7.2-RELEASE-i386-disc3.iso
$

whoa! come vedete mi ha visualizzato anche i files ai quali ho avuto accesso più di tre giorni fa, ma soddisfano il parametro -o (or) oppure che superino i 10 mb.

Concludendo, giocando con gli switches si possono ottenere una molteplice serie di risultati, in questo modo si raggiunge una buona capacità di utilizzo della vostra shell.

fonte: O’Reilly

Posted in Appunti liberi *nix | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: